Fermiamoci e Riflettiamo

Vorrei chiedere ad ognuno di voi di fermarvi per un attimo e pensare a cosa sta accadendo intorno a noi…

Si muore per lavorare mentre il governo non muove un dito. Il nostro presidente della repubblica (volutamente scritto tutto in minuscolo) va alla Scala di Milano invece di andare a sicerarsi delle condizioni dei feriti, a consolare i familiari…

Ormai non è più una emergenza (come la chiamano i politicanti), ma è diventata normale routine. Saluti i tuoi familiari la mattina e devi pregare per tornare vivo la sera a casa. Vi sembra normale?

Le mie proposte sono queste:

– lo Stato deve dare a tutti un lavoro;

– Il lavoro deve essere vicino casa per evitare di fare 2-3 ore di viaggio (a chi va di lusso);

– Ogni paese italiano deveno avere delle aziende che impieghino i cittadini. Facendo ciò si diminuisce il traffico e soprattutto l’inquinamento;

– Si lavora per 6/8 ore al giorno e con lo stipendio adeguato al lavoro senza superare cifre iperboliche;

– Ferie di almeno 2 mesi;

– Le mamme lavoratrici avranno la possibiltà di stare accanto al figlio almeno fino al compimento del suo decimo anno di età. Lo Stato, in questo caso, finanzierà la metà dello stipendio da dare al sostituto della mamma lavoratrice;

– Gli studenti devono andare a scuola fino a 22 anni conseguendo obbligatoriamente una laurea breve. I libri non dovranno più essere stampati, ma si avranno gli E-book ossia libri in formato elettronico. Si eviteranno spese inutili per produrre la carta, minore peso da parte dei bambini… con conseguente miglioramento dello stato fisico;

– Le auto blu dovranno essere date esclusivamente a quelle persone che, lavorando, corrono rischi personali mortali (vedi i giudici antimafia).

– Abbassamento del tasso dell’I.V.A.;

– Minore burocrazia in tutto. Ad esempio per aprire una attività basterà una semplice dichiarazione (vedi modello americano);

– Eliminazione dei soldi cartacei e obbligo di usare solo carte elettroniche (carte di credito o ricaricabili); 

– Ai dipendenti pubblici che non lavorano, saranno licenziati e non potranno più lavorare ed avere assistenza sanitaria gratuita. Dovranno anche risarcire l’Ente per un importo pari al doppio del danno e degli stipendi percepiti;

– Soldi pubblici dati solamente a quelle persone od aziende che abbiamo già finito il loro progetto. Tali finanziamenti pubblici fungeranno esclusivamente da rimborso;

– Togliere i fondi pubblici a quelle scuole od ospedali o qualsiasi altro ente che faccia concorrenza alle Istituzioni Pubbliche;

– Eliminare i finanziamenti ai giornali e ai partiti;

– Accesso per tutti alla rete Internet. Tutti saranno dotati di un pc a persona con accesso libero ovunque essi si trovino;

– Ripristinare gli edifici pubblici abbandonati e in disuso, invece di costruirne altri nuovi che poi rimangono a metà…;

– Obbligo di usare il 100% di energia rinnovabile e incentivare l’uso del riciclaggio;

– Maggiore controllo elettronico dei luoghi pubblici per diminuire la criminalità (anche se tutti lavorassero… la criminalità sarebbe pari a Zero!);

– Giustizia e certezza della pena;

– Allontanamento per 10 anni o perpetuo dalla società, per chi commette illeciti sanzionati dal codice penale (vedi confino).

– Si farà carriera in tutti i posti di lavoro, siano essi pubblici o privati, solamente per meritocrazia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...