Come comportarsi in viaggio

In treno, nave e aereo

In viaggio Logo della Polizia ferroviaria

  • Non addormentatevi lasciando borse, borselli e giacche alla portata di chiunque.
    Non abbandonate nello scompartimento oggetti di valore nemmeno per andare alla toilette, ancor meno per assenze lunghe.
  • Se viaggiate di notte tenete i valori in posti non facilmente accessibili; evitate di dormire supini lasciando il portamonete alla portata dei criminali.
  • Se avete preso il vagone letto ricordatevi di chiudere bene lo scompartimento.
  • Diffidate dei venditori improvvisati e di compagni di viaggio che raccontandovi dolorose storie vogliono vendervi o cedervi qualcosa.
  • Se viaggiate in nave depositate i valori nella cassaforte.
  • Non accettate di portare i bagagli o oggetti di occasionali compagni di viaggio, in particolare al passaggio dei controlli doganali.
  • Per quanto è possibile, non tenete i biglietti di andata e ritorno nello stesso posto.
  • Tenete presente che quando si viaggia si moltiplicano le occasioni di rilassatezza, ma aumentano anche le distrazioni e le circostanze di pericolo.

Stazioni, porti e aeroporti

In viaggio Logo della Polizia ferroviaria

  • Le stazioni ferroviarie, i terminal marittimi e gli aeroporti sono luoghi dove si concentra molta criminalità. È quindi importante avere maggiore attenzione che altrove.
  • Quando si arriva o si parte ad ora tarda è sempre opportuno farsi accompagnare o venire a prendere.
  • Non lasciarsi convincere da abusivi che offrono servizi vari: taxi, alberghi, giri turistici . Ricordatevi che spesso non hanno le coperture assicurative.
  • Occorre avere cura e attenzione del proprio bagaglio in ogni circostanza; evitate di averne troppi e mal portati.
  • Se vi sentite importunati o infastiditi e temete qualcosa, rivolgetevi alla Polizia Ferroviaria o di Frontiera.
  • Intorno alle stazioni circolano molti delinquenti quindi evitate gli angoli nascosti e le zone buie ed isolate.
  • Abbiate l’abitudine di dare e pretendere appuntamenti chiari e facilmente individuabili.
  • Se il vostro treno o altro mezzo è in ritardo non accettate i viaggi sostitutivi improvvisati e organizzati da sconosciuti o persone non autorizzate.

In treno

La Polizia ferroviaria La polizia ferroviaria fornisce alcuni suggerimenti per viaggiare sereni e senza complicazioni in treno.

In collaborazione con Trenitalia, la Polfer ha pubblicato un opuscolo in italiano e in inglese (.pdf 4Mb) con le informazioni necessarie a chi viaggia in treno.

Oltre al pieghevole distribuito nelle principali stazioni ricordiamo i consigli per spostarsi serenamente nelle stazioni.

  • I bagagli
    Attenzione ai bagagliNon lasciare mai le valigie o le borse dietro di te
    Non perdere mai di vista i bagagli
    Chiudi sempre le borse
    Non perdere d’occhio il carrello portabagagli, anche se qualcuno ti chiede informazioni o se stai telefonando
    Se sei solo e hai voglia di un caffè, o vuoi comprare il giornale, serviti di negozi ai quali si può accedere con il carrello.
    Riponi sempre il portafoglio con cura! Tieni le valigie davanti a te!
  • Sul treno e in stazione
    Non abbandonare i bagagli a lungo nello scompartimento
    Evita gli scompartimenti isolati
    Non accettare offerte di cibo o bevande dagli estranei: potrebbero contenere sonniferi o stupefacenti
    Fai attenzione alle richieste o offerte di aiuto da parte di estranei: potrebbero distrarti per consentire al complice di sottrarti il bagaglio!!
    Non accettate di portare i bagagli o oggetti di occasionali compagni di viaggio, in particolare al passaggio dei controlli doganali.
  • Sulla linea ferroviaria
    Attenzione nei passaggi a livelloNon attraversare le barriere del passaggio a livello quando stanno per chiudersi o sono chiuse.
    Non scendere, non tentare di salire e non sporgerti dal treno in corsa, rischi di essere travolto!
    Non tirare pietre o altri oggetti contro il treno di passaggio potresti farti male o recare danno ai passeggeri.
    Non cercare di attraversare i binari anche se non vedi treni in lontananza, potrebbe essere pericoloso
  • Alcuni trucchi usati frequentemente per derubarti
    Urtare la vittima prescelta
    Utilizzare cartoni, giornali, indumenti per coprirsi durante il borseggio
    Provocare assembramento nelle salite e discese dai treni
    Sporcare di proposito la vittima per poi offrirsi in aiuto per pulirla
    Chiedere informazioni per distrarre la vittima
  • Alcuni suggerimenti per evitare furti o borseggi
    Porta il denaro o i documenti in borse a tracolla o in tasche chiuse interne
    Presta attenzione agli oggetti personali quando sali o scendi dal treno e fai attenzione a chi ti urta.
    Non lasciare mai gli oggetti di valore in evidenza sul carrello portabagagli; ricordati di tenerlo sempre sotto controllo
    Se appendi giacche o borse non lasciare all’interno oggetti di valore

Controlli severi negli aeroporti

Controlli agli aeroporti Cani poliziotto alla ricerca di armi ed esplosivi all’interno degli aerei, controlli di tutti i bagagli imbarcati e anche di quelli a mano. Poliziotti che passano al setaccio borse e borsette per trovare tracce di esplosivo e anche, in alcuni casi, controllo delle scarpe dei passeggeri. Sono solo alcune delle misure di sicurezza che sono state rafforzate e che vengono messe in pratica negli aeroporti di tutta Italia dal personale della polizia di frontiera dopo gli attentati terroristici, a partire dall’11 settembre 2001. Oltre agli uomini sono molte anche le tecnologie utilizzate per i controlli: dai metal detector che fotografano l’interno dei bagagli agli “sniffer” che servono ad individuare la presenza di polveri esplosive fino ad un’apparecchiatura (usata a Bari e Venezia) che si basa sulla biometria facciale per riconoscere i volti delle persone sospette. Ricordiamo a tutti i passeggeri che si accingono ad imbarcarsi su un aereo di non portare con sè nessun oggetto appuntito: forbici (neanche quelle per le unghie), limette, pinze, cacciaviti, rasoi da barba, tronchesine, coltellini.

Se perdi il bagaglio

La consegna dei bagagli è uno dei problemi più diffusi negli aeroporti in particolare negli scali più grandi come Fiumicino e Malpensa. Il bagaglio può arrivare in ritardo o andare del tutto smarrito. In ogni caso, ricordano le associazione a difesa dei consumatori, è bene sapere che già dopo una mezz’ora di attesa si può pensare ad un risarcimento ma è necessario denunciare lo smarrimento.

Innanzitutto il viaggiatore deve recarsi presso l’ufficio “Lost and found” (Ufficio oggetti smarriti) presente all’aeroporto, per denunciare lo smarrimento o il danneggiamento del bagaglio; dovrà presentare il biglietto aereo, la ricevuta bagaglio e gli verrà fatto compilare un apposito modulo.

Se ci si trova lontano da casa già dopo 24 ore si ha diritto ad una quota di sostegno. Se entro 48 ore i bagagli non sono tornati al domicilio indicato si può chiedere il risarcimento del danno. Il reclamo deve essere presentato alla compagnia per il traffico nazionale entro 3 giorni se si tratta di danneggiamento, entro 14 per i casi di smarrimento. Per il traffico internazionale invece si parla di 7 giorni o 21 a seconda della causa.

fonte: Polizia di Stato 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...