Legittima difesa: meglio aprire le porte ai ladri!

Sentendo oggi quello che sta accadendo, o che è accaduto in questo Paese negli anni scorsi, sembra e ripeto sembra che sia meglio aprire la porta ai ladri. Beh almeno non provocano danni (tipo rotture di porte o finestre…).
Se disgraziatamente qualcuno gli viene in mente di difendersi…. beh allora è meglio espatriare dopo essersi difesi dai ladri.
Ebbene si, perché chi si difende dai ladri, viene messo in galera! Il mondo sta andando al contrario….
Quando un privato chiuse nel bagno il ladro e mise davanti alla porta il proprio cane da guardia…. e il ladro chiamò le forze dell’ordine sapete chi andò in galera? Il proprietario derubato perché aveva sequestrato il ladro!
La proprietà privata è tale perché è propria, è sua! Il delinquente deve essere e deve rimanere in galera. Altro che recupero… se qui non si cambia il sistema carcerario (bello il principio del recupero, ma è applicato solo in piccole realtà), tutto andrà a rotoli.
La gente è insicura, non vuole uscire dalle proprie case perché c’è sempre il rischio che qualcuno ci ruba, uccide, ci occupi la casa… e non sto scherzando.
Un consiglio: aprite le porte ai ladri, e se volete servitegli il thé.

Consigli su come lasciare la casa durante le vacanze…

Un’abitazione sicura

  • Rendi sicure porte e finestre. Ideale è una porta blindata con serratura antifurto e spioncino.
  • Se puoi installa in casa un sistema di antifurto elettronico o vetri antisfondamento.
    In alternativa è sempre valido il ricorso alle grate, purché siano robuste e lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri.
  • Se l’interruttore della luce è all’esterno, proteggilo con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente.
  • E’ meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore.
  • Ricordati che luce e rumore tengono lontano i malviventi: se sei solo tieni accesa la luce in due o più stanze per simulare la presenza di più persone.
  • Se sei in casa tieni la porta protetta col paletto o la catena di sicurezza;

se sei in pericolo chiama subito il 113.

  • Se hai bisogno della riproduzione di una chiave incarica una persona di fiducia evitando possibilmente di riportare su targhette nome e indirizzo.
  • Se perdi la chiave di casa o subisci uno scippo o un borseggio, cambia la serratura.
  • Assicurati, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi.
  • Non far sapere, fuori dall’ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell’allarme.

Attenzione agli sconosciuti

  • Non aprire la porta a sconosciuti anche se vestono qualche uniforme e dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità.
  • Se c’è il portiere invita ogni sconosciuto che si presenta alla tua porta a farsi accompagnare; se non c’è apri solo uno spiraglio alla porta, senza togliere il gancio o la catena di sicurezza, per farti passare telegrammi o ricevute da firmare.
  • Per gli operai, verifica con qualche telefonata da chi è stata fatta la chiamata o da quale servizio sono stati mandati e per quali motivi. Se non ricevi assicurazioni non aprire.
  • Se hai il minimo sospetto, chiama o fai chiamare dai vicini il 113.
  • Non mandare ad aprire i bambini a meno che tu non sia certo di chi è alla porta.
  • Non aprire portone o cancello, con l’impianto automatico, se non sei certo dell’identità della persona che vuole entrare.

Quando sei assente

Per brevi periodi

  • Lascia qualche luce accesa, la radio, il giradischi o il televisore in funzione.
  • Chiudi sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti.
  • Ricorda che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c’è nessuno.
  • Se hai oggetti di valore che devi lasciare in casa fotografali: in caso di furto ne faciliterai la ricerca.
  • Sensibilizza anche i vicini affinché sia reciproca l’attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell’appartamento. Nel caso non esitare a chiamare il 113.
  • Se tornando a casa trovi la porta aperta o chiusa dall’interno, non entrare. Potresti scatenare una reazione istintiva del ladro che si vede scoperto. Non fare l’eroe e telefona subito al 113

Per lunghi periodi

  • Non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze.
  • Installa, se ti è possibile, un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione.
  • Evita l’accumularsi di posta nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla.
  • Non divulgare la data del tuo rientro e, anche alla segreteria telefonica, non dare informazioni specifiche sulla tua assenza.
fonte: Polizia di Stato

Software gratuiti

Vi voglio segnalare qualche software GRATUITO che vi aiuteranno nella vita quotidiana di casa e ufficio:OpenOffice (pacchetto simile al più famoso Microsoft Office): legge tutti i formati ed è compatibile anche con il pacchetto sopra citato;

Burn4Free: software di masterizzazione che presenta le seguenti caratteristiche:
1. Burn4Free burn data (CD and DVD) and audio from different files types (WAV, FLAC, WavPack, WMA, M3U (mp3 winamp compilation) , MP3, MP2, MP1 OGG and CDA (normal cd audio tracks))
2. Low cost burning : you can burn and dvd copy- backup data – cd with only 2 clicks
3. CD-R/CD-RW/DVD-R/DVD+R/DVD-RW/DVD+RW/DVD-RAM drives (SCSI – IDE/EIDE – USB) are supported
4. Multi languages: many languages are available, choose your favorite
5. Print Compilation, select layout, colors and items to print
6. 4 way to burn your CD/DVD: you can choose the way you prefer to burn a CD/DVD (fly window, right click from explorer, internal add window, derag & drop
7. Burn and save .ISO files
8. DVD dual layer support (check Compatibility menu)
9. Print Compilation
10. Burn MP3 compilation
11. Free online upgrades
12. Easy Interface
13. Easy to use ex: you can store all your movies
14. 1900 + COMPATIBLE RECORDERS